Unicredit Banca. Cosa propone.

Versatile l'offerta di unicredit banca per quello che riguarda i conti correnti, online e tradizionali, ve ne sono infatti di varie tipologie adatte a diverse esigenze. I conti Genius si presentano come trasparenti, senza spese di chiusura e con un prezzo bloccato fino al 2010.

GENIUS ONE permette di avere un conto online al costo di 1 euro al mese e la possibilità di gestirlo in autonomia utilizzando internet. Nel pacchetto genius one sono inclusi 1 cartabancomat, il servizio bancario online, la domiciliazione delle bollette e delle spese periodiche e la documentazione delle transizioni in tempo reale, il libretto degli assegni, zero spese per le transizioni telematiche e zero spese per le chiusure trimestrali e di fine anno. In promozione, per chi apre un conto entro il 31 ottobre 2008, è prevista anche una carta di credito Etica.
Gli altri servizi che si possono richiedere avranno un costo aggiuntivo, in pratica il base è particolarmetne indicato per le utenze giovani con esigenze limitate ma con tutte le possibilità di crescita incluse.
I prelievi con il bancomat sono gratuiti nelle banche del grupo Unicredit, Banco di Roma, Banco di Sicilia, Bipoop Carire e Finecobank e altri sportelli esteri, nei paesi dove non ci sono tali sportelli sono gratuiti i prelievi presso altre banche non convenzionate.
Genius Giovani è il conto corrente studiato per chi ha meno di 30 anni, il costo è di 3,50 euro al mese azzerabili se si è studenti universitari under 27, prevede una carta bancomat, una carta di credito, il servizio online per le transizioni e il deposito titoli per investire i risparmi.

Genius ricaricabile ha un canone mensile di 4 euro azzerabili con l'effetuazione di operazioni bancarie, ogni bonifico effettuato online concede uno sconto di 1 euro, 3 euro di ricarica vengono concessi se si ha un saldo medio di almeno 3.000 euro che scende progressivamente fino a 1 se il saldo medio è tra 1000 e 2000 euro, 1 euro è riconosciuto dall'accreditamento dello stipendio o della pensione e un ulteriore euro è riservato agli over 65.
Genius Firstha un conto mensile di 12 euro e include un pacchetto completo di servizi quali due carte di credito, 1 cassetta di sicurezza, il deposito titoli oltre ai servizi standard. Conto adatto a chi ha esigenze di tipo impegnativo....

Il conto 
Genius Idea costa invece 8 euro al mese e permette operazioni illimitate, include spese di tenuta conto e spese postali e libretti per gli assegni, oltre ai servizi base.
Genius Club, con un costo massimo di 10 euro al mese, offre dei vantaggi particolari in termini di consulenza sanitaria, assistenza stradale e benefici su mutui e prestiti. Un conto tradizionale controllabile anche dalla rete.

I conti sono tanti, mi viene da pensare quasi troppi, di questi alcuni sono prettamente online e non contemplano operazioni allo sportello (genius one) mentre il genius ricaricabile ha incluse 10 operazioni allo sportello, illimitate per gli altri conti. Tutti i conti contemplano la possibilità di interagire online, pratica che si incoraggia sempre più frequentemente perchè evita spese di gestione ed educa al risparmio. Sempre gratuite le carte bancomat e le carte di credito plus, a pagamento la classic mentre la gold è prevista solo per il genius first.
Notevoli gli sconti concessi sulle commissioni mutui del conto giovani, dell'idea, del club e del first.
Inoltre sono sempre comprese le domiciliazioni e i documenti online.

Un misto tra tradizionale e virtuale, la risposta di unicredit banca alla domanda sempre più esigente e informata dei clienti.

Interessanti le proposte, ma mancano di un punto fondamentale...... gli interessi! I conti a basso costo come l'one sono probabilmente l'ideale per chi ha giacenze sempre in bilico, ma al di là del costo della gestione del denaro sarebbe bello sentire anche parlare del suo valore, e sul sito dell'Unicredit Banca la voce interessi è davvero rara a trovarsi.....

Per chi volesse investire, è vero, sono presenti molti prodotti differenziati quali i prodotti a liquidità remunerata (money box self service, offre un 4% netto di interesse per immobilizzazioni da uno, due o tre mesi) e certificati di deposito a scadenza determinata.
Per chi ne avesse bisogno, c'è la gestione del patrimonio di focusinvest plus, oltre ai fondi comuni di investimento, polizze, titoli ecc..... ecc.... Insomma, un panorama molto tradizionale quello degli investimenti, più legato alla concezione di banca "classica" che della versatilità dell'home banking, salvo per la liquidità remunerata...


Passiamo al 
libretto nominativo, al costo di 1 euro al mese, prevede l'apertura gratuita, una carta bancomat gratuita, un tasso creditore dell'1% per giacenze medie annue superiori ai 5.000 euro, un pacchetto di 60 operazioni gratuite, l'accreditamento della pensione e il collegamento di un deposito titoli.
Adatto, probabilmente, agli anziani che vedono nel libretto un oggetto conosciuto e vogliono limitare le spese mantenendo un sufficiente livello di operazioni incluse. Anche se quell'1% su un capitale medio di 5.000 euro mi convince davvero poco....

Trovo sgradevole l'idea del
millegenius, una sorta di raccolta punti accumulati con le operazioni eseguite che permette di riscattare alcuni premi. Che la banca dia il regalino al cliente puntuale ed economo mi sembra un po' una presa per i fondelli, meglio sarebbe riconsocere il giusto valore ai soldi e riconoscere tassi di interesse più onesti. Il regalino (che regalo non è mai....) può ancora andare bene dal benzinaio di fiducia, ma dalla banca mi aspetterei una serietà superiore....

Anche per quanto riguarda i prestiti ed i mutui (di cui parlerò in un post più approfondito) Unicredit offre un ventaglio molto ampio di soluzioni, tutte personalizzate sulla base di esigenze diverse.

Il carattere di Unicredit è fondamentalmente questo, offre tanti servizi e tanti diversi pacchetti, sicuramente una risposta adeguata per chi è sempre molto attento al proprio capitale e lo investe nel migliore dei modi ma credo che questa pluralità di offerte scoraggi un po' chi, invece, si sente intimorito perchè vorrebbe un prodotto semplice, dinamico e chiaro....



dicono di Unicredit..... (sintesi ed estratti dalla rete selezionati per attendibilità e serietà)


Lauradv da ciao.it racconta la sua esperienza negativa per la stipulazione di un mutuo, davvero paradossale quanto le è successo, dalla montagna di documenti richiesti all'equivoco degno dei migliori film di Alberto Sordi con uno scambio di persona tra il marito e un omologo, sfortunatamente indebitato fino al collo.....
Quello che emerge dal racconto è una forte disorganizzazione amministrativa ed una non volontà di risolvere il problema accentuatesi con altri trabocchetti, chissà se casuali o intenzionali....

Notevolmente insoddisfatto Jkaristotele da ciao.it che smentisce la convenienza del conto in quanto "Costerà pure 1EURO al mese GeniusONE, ma è un conto tutto escluso, dove paghi per qualunque click che fai sul sito, e peggio ancora se ti rechi in fliliale, ma come se non bastasse paghi pure per quello che NON fai... e certo, perché è normale che ogni foglietto di carta che ti arriva a casa (senza averlo chiesto) ti costi 2EURO... secondo me no!"
Inoltre Jkaristotele lamenta la scarsa trasparenza del conto, dove vengono sapientemente nascoste spese occulte che richiedono un lavoro da certosini per essere evidenziate.
Conclude, molto deluso, dicendo "...perché ricordate che i soldi la maggioranza delle persone fanno tanta fatica per guadagnarseli onestamente, e non è giusto farseli mangiare così"


Da un punto di vista etico, impossibile non parlare della carta "etica" e delle proteste che sono salite a gran voce su unimondo org . Scegliendone una tra le tante, cito Arif che dice:

............ la carta Genius One dell'Unicredit Banca, tra l'altro come una carta "etica". La Unicredit è tra le maggiori banche "armate" del nostro paese, e cioè una banca che finanzia l'esportazione delle armi, responsabili per le ingiustizie nel mondo nonché di morte e disperazione.

Che dire, attendo le vostre esperienze perchè da quello che leggo sulla rete, i clienti non sono molto soddisfatti....

Commenti

Post popolari in questo blog

iw bank. Cosa propone.

Piccolo prestito Inpdap